Docenti


La passione per la musica e la voglia di viverla e condividerla, questo è Accademia 19.
Vi presentiamo i nostri docenti.

Giovanni Fiorini si diploma in pianoforte nel 1989 presso il Conservatorio Statale di Riva del Garda sotto la guida del Prof. Riccardo Giavina. Tra gli altri suoi maestri Gianluigi Dardo, Armando Franceschini e Stefano Gervasoni (composizione), Andrea Belladonna e Roberto Pinelli (lettura della partitura), Tiziana Canfori (clavicembalo), Giacomo Nones (Musica antica), Mario Lanaro (Educazione corale). Frequenta laboratori di composizione a Riva del Garda con il M° Nicola Straffellini. A Milano compie per due anni un percorso di studio riguardante le tecniche di sintesi nei moderni sintetizzatori, in particolare sulla fisica acustica e la psicoacustica, i sistemi “aperti” e la sintesi FM con docenti Angelo Petronella e Corrado Buffa. Comincia la sua attività di docente nel 1984 in nelle scuole musicali in provincia di Trento , Verona e Mantova segue diversi corsi di aggiornamento sulla pedagogia con docenti Rita Ferri, Carlo Delfrati, Fiorella Cappelli ed altri, sulla didattica musicale e riguardo allo sviluppo psicofisico del bambino, sul metodo Zoltan Kodaly con Davide Liani, Rosalba Deriu e Francesco Gatta. Con il M° Maurizio Dini Ciacci frequenta un corso sullo sviluppo di tecniche direttoriali per la pratica corale e d’orchestra. Dal punto di vista artistico, oltre a varie esperienze di concerto di tipo cameristico in duo e trio, può annoverare la collaborazione con il M° Mario Lanaro e la Schola Cantorum di Malo da lui diretta, con i quali partecipa, in veste di corista, a concerti in Italia e Svizzera (Zurigo), mentre con la Corale Polifonica di Cognola, diretta dal Prof. Bruno Filippi, partecipa alle selezioni di un concorso  internazionale di corali polifoniche in Francia (Tour). Annovera una lunga esperienza anche nella musica di intrattenimento non classica come pianista e tastierista con i Blue Back (Acid-jazz, funky, acid-pop), con i V.E.T. (Latin-jazz), i Contrabbanda (Swing ’40 style, Buscaglione), i Tatanka (cover, rock e dance), i Bangs! (Musica&Cabaret), con il cantautore Davide Vicentini (Jungla Records) e tastierista nel CD “Camera con vista” del cantautore Maurizio Corte che ha visto principale protagonista Cecilia Gasdia. Collabora inoltre come tastierista a Bolzano, presso la Casa della Cultura “Walther von der Vogelweide” a Bolzano, per la messa in scena di due musical, è tastierista nella tribute band Pink Floyd e Queen “Nova”.

Stefano Mancuso intraprende lo studio della chitarra come allievo del Maestro Sergio Fabian Lavia presso la Civica Scuola di Musica di Bormio (SO) all’età di 8 anni. Nel 2003 partecipa al Concorso di interpretazione musicale “Lario in Musica” a Varenna classificandosi secondo. Dal 2006 prende parte ai corsi estivi di perfezionamento in Val Bregaglia (Svizzera) tenuti dal Maestro Roberto Porroni, partecipa a varie Masterclass e seminari tenuti da chitarristi di fama tra cui Giulio Tampalini, Claudio Maccari, William Kanengiser, Thomas Offerman, Leo Brower e Marcin Dylla . Nel marzo 2008 viene invitato alla 15ma convention “Guitar International Rendez-Vouz” a Conegliano Veneto organizzata dalla A.D.G.P.A (Atkins-Dadi Guitar Players Association) come chitarrista emergente selezionato dall’Associazione stessa e in ottobre vince il primo premio al concorso Rocco Perugini a Locate di Triulzi. Consegue l’esame di Diploma nel 2008 presso il Conservatorio Felice Evaristo dall’Abaco di Verona, dove frequenta successivamente i corsi di Biennio di II livello come allievo del Maestro Fabio Spruzzola diplomandosi con 110. Parallelamente all’attività di chitarrista classico dal 2003 intraprende lo studio della chitarra e basso elettrici, jazz e rock, e da allora suona in numerose formazioni e band di vario genere che lo portano ad esibirsi in tutto il nord Italia. L’ultimo periodo lo vede alternarsi tra l’attività di docente a Verona in accademie private e l’attività di studente al Conservatorio “G. Verdi” di Milano, presso il quale sta frequentando il biennio di II livello di Musica Elettronica.

Pietro Micheletti inizia giovanissimo la sua attività artistica. Consegue la maturità tecnica in Elettronica e Telecomunicazioni all’ ITIS “G. Marconi” di Verona nel 2001, si diploma in Strumenti a Percussione sotto la guida del maestro Saverio Tasca presso il Conservatorio “F. E. Dall’Abaco” di Verona nel 2002 e, nel 2003, termina il Corso Sperimentale di Informatica Musicale presso il Conservatorio “Lucio Campiani” di Mantova, sostenendo e superando tutti gli esami previsti. Contemporaneamente la sua attività musicale lo porta ad esibirsi con orchestre di fiati, orchestre da camera, orchestre lirico-sinfoniche, ensemble di sole percussioni, big bands, gruppi rock, rhythm’n blues, funky, prog, metal, crossover, electro e contaminazioni varie. Dopo un lungo periodo interamente dedicato all’attività di musicista in tutta Italia e non solo, comincia a dedicarsi all’insegnamento della batteria e delle percussioni focalizzando la propria attenzione alla fascia dell’avviamento musicale: a partire dall’a.s. 2011/12 è docente di percussioni nelle scuole medie ad indirizzo musicale, successivamente frequenta il biennio di II livello in didattica per la formazione di docenti per la scuola secondaria di I grado presso il Conservatorio “Arrigo Pedrollo” di Vicenza, diplomandosi con 110/110 nel 2015. Nel 2016 sempre presso il medesimo istituto consegue l’abilitazione all’insegnamento per la classe di concorso delle percussioni nella scuola media e, pochi mesi dopo, partecipa al concorso nazionale docenti superando tutte le prove e risultando tra i vincitori nella suddetta c.d.c., ottenendo quindi il ruolo. Attualmente, oltre ad insegnare percussioni presso la scuola secondaria di I grado “Italo Montemezzi” di Vigasio (VR), svolge l’attività professionale di insegnante di batteria presso accademie private del veronese.

Roberta Nobile, nata nel 1992 a Torino, si è diplomata in flauto nel Conservatorio della sua città. Ha conseguito con il massimo dei voti la laurea di Biennio Sperimentale di II Livello ad indirizzo solistico-concertistico al Conservatorio “Cesare Pollini” di Padova sotto la guida del M° Claudio Montafia e con il massimo dei voti e la lode la laurea di Biennio di II Livello a indirizzo didattico presso il Conservatorio “Antonio Vivaldi” di Alessandria. Inoltre, ha conseguito con il massimo dei voti (100/100) il titolo di abilitazione per l’insegnamento strumentale nelle Scuole Secondarie di I Grado a Indirizzo Musicale e nei Licei Musicali presso il Conservatorio “Antonio Vivaldi” di Alessandria. Si è perfezionata all’Accademia “Incontri col Maestro” di Imola con i Maestri Andrea Oliva e Maurizio Valentini. Ha frequentato corsi e masterclass con Antonio Amenduni, Alain Daboncourt, Benoit Fromanger, Juliette Hurel, Andrea Manco, Claudio Montafia, Andrea Oliva, Giampaolo Pretto e Maria Siracusa. Finalista al 12° Concorso Internazionale di Musica per Giovani Interpreti “Città di Chieri” (2012), è stata premiata in diversi concorsi nazionali ed internazionali tra cui il secondo premio al Concorso “Nuovi Orizzonti” di Arezzo (2009) e al Concorso Internazionale d’Interpretazione Musicale di Cogoleto (2009) e il terzo premio, con primo e secondo non assegnati, al Concorso Nazionale di Flauto “Emanuele Krakamp” (2015). In duo col chitarrista Gabriele Balzerano, è stata selezionata tramite audizione per partecipare tre settimane alle attività artistiche della Hugh Hodgson School of Music di Athens, in Georgia (USA) (2015). È risultata idonea, in qualità di primo e secondo flauto, all’Orchestra Filarmonica della Franciacorta di Chiari (BS), all’Orchestra Sinfonica Giovanile Aleramica di Monastero Bormida (AT), all’Orchestra Giovanile Trentina ed all’ Orchestra Filarmonica Prenestina di Roma e l’Orchestra Senzaspine di Bologna (anche ottavino). È, inoltre, risultata idonea alla selezione per l’European Union Youth Wind Orchestra (EUYWO) e, nel 2016, è idonea in lista d’attesa all’Orchestra Giovanile Italiana. Ha collaborato, in qualità di docente di flauto traverso, presso numerose associazioni musicali torinesi e presso le SMIM di Torino e provincia e riveste spesso il ruolo di commissaria esaminatrice nelle giurie dei concorsi musicali giovanili in Piemonte.

Giulia Poletto ha iniziato i suoi studi musicali con il M. Virginio Zoccatelli presso la “Scuola d’Istrumenti ad Arco Antonio Salieri” di Legnago. In seguito ha proseguito la sua formazione pianistica al Conservatorio Lucio Campiani di Mantova con Andrea Dembech e Lucia Pittau diplomandosi al triennio di I livello con il M. Salvatore Spanò. Qui, inoltre ha seguito i corsi di musica da camera dei M. Paolo Ghidoni e Salvatore Spanò e di musica vocale da camera con il M. Thomas Busch e con il direttore d’orchestra Helge Dorsch. Ha partecipato alle masterclass di pianoforte dei M. A. Moraguez, Boris Petrushanskij e Piero Rattalino. Ha seguito per diversi anni i corsi di perfezionamento in canto lirico con la M. Annunziata Lia Lantieri all’Accademia di Alta Formazione Musicale di Verona vincendo nel 2013 una menzione speciale come giovane talento al Concorso Lirico Internazionale Musica InCanto di Jesolo (VE) e un premio speciale giovani al Concorso Lirico Internazionale “Premio Boni” di Brescia. Nel frattempo, dal 2011 partecipa a diverse produzioni di carattere operistico e cameristico, come ad esempio il ruolo di Ines in “Il Trovatore” di G. Verdi, il ruolo di Norina nel “Don Pasquale” di G. Donizetti, la parte di soprano solista nel Requiem di W. A. Mozart con l’Orchestra delle Venezie, e molti altri, esibendosi in teatri, auditorium e festival nel nord Italia. A giugno 2017 è stata una dei finalisti al IV Concorso Lirico Internazionale G. B. Rubini di Romano di Lombardia (BG). Al momento sta per conseguire il diploma al biennio di II livello di perfezionamento in canto artistico presso il Conservatorio C. Pollini di Padova sotto la guida della soprano A. Lia Lantieri.

Giovanni Scardoni comincia il suo percorso musicale all’età di 10 anni imbracciando la chitarra classica. Successivamente passa alla chitarra elettrica sotto la guida prima di Andrea Sarasini al CSM, poi di Cristian Montagnani presso l’Accademia di Musica Moderna (Vr), sostenendo e superando tutti gli esami di corso. Di anima rock fin da giovanissimo, negli anni seguenti frequenta la Lizard Academy con Andrea Martongelli e Daniele Valle, periodo in cui approfondisce il suo interesse per il virtuosismo chitarristico e il metal da un lato, e parallelamente avvicinandosi a sonorità più blues-jazz. Nel 2008 inizia il percorso di laurea in Discipline dell’Arte, Musica e Spettacolo (DAMS) a Padova, seguendo l’indirizzo musicale e laureandosi con lode nel 2012. Contemporaneamente a tutto ciò si produce in attività live con formazioni di matrice rock esibendosi in tutta Italia e in Europa. Nel 2016 partecipa ai concorsi chitarristici indetti da Ibanez e Kiesel Guitars vincendo il primo premio europeo per Ibanez (Ibanez Flying Fingers Guitar Competition) e posizionandosi tra i finalisti mondiali nel contest di Kiesel; nel 2017 partecipa nuovamente al Kiesel Guitar Solo Contest arrivando sempre tra i finalisti.